Prestazioni

In caso di prosecuzione dell’attività lavorativa, posso chiedere un’anticipazione sulla posizione individuale maturata? Se sì, dopo quanti anni e in quali casi?

Si. L’aderente al Raiffeisen Fondo Pensione Aperto può richiedere un'anticipazione della posizione individuale maturata:

  • in qualsiasi momento, per un importo non superiore al 75 per cento, per spese sanitarie a seguito di gravissime situazioni relative a sé, al coniuge e ai figli per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche;
  • decorsi otto anni di iscrizione, per un importo non superiore al 75 per cento, per l'acquisto della prima casa di abitazione per sé o per i figli o per la realizzazione di interventi di ristrutturazione edilizia, relativamente alla prima casa di abitazione;
  • decorsi otto anni di iscrizione, per un importo non superiore al 30 per cento, per ulteriori esigenze degli aderenti.

In ogni caso, la partecipazione al fondo non cessa.

Tra le prestazioni del Fondo è prevista una rendita vitalizia reversibile?

Sì, a richiesta dell’aderente. La rendita viene corrisposta all’aderente finché è in vita e successivamente alla persona da questo designata tra i soggetti previsti dal sistema previdenziale obbligatorio. Si distingue a seconda che l’aderente abbia optato per una rendita vitalizia ovvero per una rendita certa e successivamente vitalizia. Nel primo caso l’erogazione della rendita vitalizia reversibile dopo la morte dell’aderente è comunque garantita, mentre nel secondo caso essa è prevista solo se il decesso dell’aderente avviene entro il termine prescelto (5, 10 o 20 anni dall’inizio della prestazione pensionistica).

Che cosa succede in caso di morte dell'aderente prima del raggiungimento dell’età pensionabile?

In caso di decesso dell’aderente prima della maturazione del diritto alla prestazione pensionistica, la posizione individuale viene liquidata agli eredi. In mancanza di tali soggetti e in assenza di disposizioni specifiche dell’aderente, la posizione resta acquisita al Fondo.

Cosa succede in caso di morte durante il periodo di erogazione delle prestazioni, ossia quando l'aderente ha già iniziato a percepire la rendita?

Se l’aderente ha optato per una rendita vitalizia reversibile, dopo il suo decesso la rendita viene erogata a favore della persona da questo designata tra i soggetti previsti dal sistema previdenziale obbligatorio. Ove l’aderente non abbia scelto la rendita vitalizia reversibile, le erogazioni terminano con il suo decesso ed agli eredi non spetta alcun diritto in merito.

Messaggio promozionale riguardante forme pensionistiche complementari - prima dell’adesione leggere la nota informativa ed il regolamento.

I rendimenti passati non sono necessariamente indicativi di quelli futuri. Per maggiori informazioni consultare la nota informativa ed il regolamento.