Regolamento T.F.R. dal 2007

Fino ad ora, i lavoratori dipendenti potevano incassare la liquidazione maturata, soltanto in una unica soluzione, al termine della carriera professionale. Dal 1° gennaio 2007, le cose sono cambiate.

I lavoratori dipendenti ora hanno tre possibilità di scelta sulla loro liquidazione:

  • possono decidere espressamente (in forma scritta) di far conferire la quota del T.F.R maturando ad un fondo pensione;
  • che il T.F.R resti in azienda;
  • tramite il silenzio assenso – il T.F.R maturando viene conferito automaticamente ad un fondo pensione.

Per lavoratori che decidono espressamente sulla destinazione del loro T.F.R è possibile distinguere i seguenti casi:

  • Per i dipendenti che hanno iniziato la propria attività lavorativa dopo il 29 aprile 1993 e dal 1° gennaio 2007 versano tutto il T.F.R. in un fondo pensione, non cambia nulla.
  • I dipendenti che in base a quanto previsto dai contratti collettivi, versano già una quota del T.F.R. in un fondo pensione, entro il 30 giugno 2007 ovvero entro sei mesi dall’assunzione, devono effettuare una comunicazione al datore di lavoro in cui chiedono che anche il restante T.F.R. venga versato in un fondo ovvero sia lasciato come accantonamento in azienda.
  • I lavoratori dipendenti non iscritti ad alcun fondo pensione che hanno iniziato la propria attività lavorativa dopo il 29 aprile 1993, hanno tempo entro il 30 giugno 2007 ovvero entro sei mesi dall’inizio dell’attività lavorativa, per decidere se continuare a lasciare il T.F.R. in azienda o farlo confluire in un fondo pensione.
  • I lavoratori dipendenti non iscritti ad alcun fondo pensione che hanno iniziato la propria attività lavorativa prima del 29 aprile 1993, hanno tempo entro il 30 giugno 2007 per decidere se far confluire il T.F.R. maturando, nella misura fissata dagli accordi collettivi, o in mancanza in misura non inferiore al 50%, in un fondo pensione, oppure continuare a lasciarlo in azienda.

Cosa succede con il TFR in caso di silenzio assenso?

Per i lavoratori che non hanno effettuato alcuna scelta entro il 30 giugno 2007, il T.F.R. sarà versato in un fondo pensione. Oltre ai relativi fondi di categoria, i dipendenti altoatesini hanno a disposizione anche il “Raiffeisen Fondo Pensione Aperto” quale fondo pensione aperto oppure il “Laborfonds” quale fondo pensione chiuso.

Tabella delle nuove regole sul T.F.R (file .pdf)
Tabella di confronto tra la scelta di conferire il T.F.R ad un fondo pensione o di lasciarlo in azienda (file .pdf)
Grafica sulle possibilità di scelta sul conferimeto del T.F.R. (file .pdf)
Brochure "Un'opportunità per il futuro" (file .pdf)