Un capitale per i propri figli

Assicurare il futuro dei propri figli è una questione che sta a cuore a tutti i genitori. Raiffeisen Fondo Pensione consente di farlo, costruendo una posizione di previdenza complementare ad hoc.

Grazie a Raiffeisen Fondo Pensione, che oggi conta 20.000 posizioni individuali e un patrimonio amministrato complessivo di circa 335 milioni di euro, i genitori possono accantonare un capitale per i propri figli sin dai primi anni della loro vita, su cui in futuro potranno costruirsi una previdenza complementare. “Questo secondo pilastro di assicurazione per la vecchiaia è essenziale per colmare il ‘gap previdenziale’ che verrà a crearsi a causa della drastica riduzione delle pensioni pubbliche“, ci ha rivelato Gernot Häufler, esperto finanziario della Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige SpA.

Prima si comincia, meglio è

Al momento dell’adesione a Raiffeisen Fondo Pensione, per ciascun minore viene creata una posizione individuale, intestata sin dall’inizio a suo nome, su cui i genitori possono eseguire i versamenti. Ciò comporta il vantaggio che, in caso di richiesta di un’anticipazione, quasi sicuramente è soddisfatto il requisito di permanenza nel fondo, pari ad almeno otto anni. Di regola, infatti, i genitori versano fino a quando i figli non hanno fatto il loro ingresso nel mondo del lavoro e possono provvedere personalmente al proprio futuro. “Per quanto riguarda la linea d’investimento, considerando il lungo orizzonte temporale, la scelta può tranquillamente cadere su quella più rischiosa”, ha aggiunto Häufler.

Iscrizione del minore

Solo i genitori, essendo i legali rappresentanti del familiare a carico, possono iscrivere i propri figli a Raiffeisen Fondo Pensione, mentre i versamenti a valere della loro posizione individuale possono essere effettuati da nonni, zii, padrini o da chiunque altro, con entità e frequenza libere. Per l’apertura della posizione, ci si può rivolgere a qualunque Cassa Raiffeisen o direttamente a Raiffeisen Servizi Assicurativi.

Vantaggi fiscali per i genitori

Oltre ad assicurare il futuro dei propri figli, l’adesione al fondo pensione comporta anche dei vantaggi fiscali: il capofamiglia può, infatti, portare in detrazione dal proprio reddito imponibile l’intera somma versata nel fondo, fino a un ammontare massimo di 5.164 euro l’anno.